IL DECAMERONE NERO
LABEL GDM/LEGEND
CODE GDM 4210 DLX
FORMAT 1 CD

TRACKS 28
LENGTH 71' 41"

PRICE
EUR 18.00

Check exchange rate

Back


ORIGINAL MOVIE TITLE YEAR GENRE COMPOSER FOREIGN MOVIE TITLE
IL DECAMERONE NERO 1972 Erotic/Adventure Luciano Michelini - Bana Sissokho AFRICA EROTICA, aka BLACK DECAMERON, aka TROPICAL SEX

NOTES
Piero Vivarelli (Siena, February 26, 1927 - Rome, September 7, 2010), director and writer is known for directing in 1970, the film IL DIO SERPENTE (aka The Sepent God) that became world famous thanks to the compelling music theme DJAMBALLA, taken from a soundtrack composed by Augusto Martelli. In 1972, this time in Africa, Vivarelli directed a second film in which he mixed eroticism and the wild nature: IL DECAMERONE NERO (aka The Black Decameron, aka Afrika Erotica). Among the black cast the actress and singer Beryl Cunningham already appeared in IL DIO SERPENTE and in L ISOLA DEGLI UOMINI PESCE (aka Screamers, aka Something Waits in the Dark, aka Island of Fishmen). The film was produced by Alfredo Bini, and it follows the narrative structure divided into different stories of the Decameron, but the setting is African and not Medieval and it is not based on the novels of Boccaccio, but on the anthology of Leo Frobenius, who wrote about the sexuality of black people understood as an alternative to sexuality of white people. Vivarelli chose a setting in Senegal and in Lucania, an area in the south of Italy near the city of Matera. A minstrel tells five stories: LA REINA BELLA (The Beautiful Queen) in which the queen chooses a king according to the sexual stamina of the suitors, GLI AMANTI PUNITI (Punished Lovers) in which a husband who pretends to be blind is healed after the alleged perpetrators are hunted away from the tribe, LA VECCHIA PROSTITUTA (The old whore) who wanted to avenge his brother who had been unjustly sentenced by the dignitaries of the village, LA RICERCA SENZA FINE (The never-ending quest) that does not end until a hunter discovers the perfect way to triumph as a winner on its prey; LA DONNA PAZZA (The crazy woman) whose disease is not really caused by her mind, but caused by her insatiable lust. The music of this soundtrack is of Luciano Michelini, a prolific composer of OST in the 70s (LA POLIZIA ACCUSA: IL SERVIZIO SEGRETO UCCIDE; LA CITTA GIOCA D AZZARDO; ANNA, QUEL PARTICOLARE PIACERE, L ISOLA DEGLI UOMINI PESCE). In 1972 RCA published a 33 rpm (OLS 12). The side A of the album contains the music of Michelini, including the song LA REINA BELLA, co-composed with director Vivarelli and the African musician Bana Sissokho and sung by Beryl Cunningham (this song was also recorded on the single RCA OC 29) and the side B includes the songs written by Bana Sissokho and some traditional pieces recorded live in Africa. In addition to the master in full stereo from the old album, this new complete edition on CD (total time 71:41) contains about thirty minutes of unpublished music of Master Michelini: the music of the master tapes in mono of the original session that represents fascinating variations of the themes LA REINA BELLA, TEMA DI DUVA, LA FORESTA DELL AMORE, TEMA D AMORE, sometimes with arrangements of modern flavor, where the atmosphere evoking myths and rituals, sacred and profane, erotism and taboo, tales and reality leads us deeply into magic and romantic Africa.
Piero Vivarelli (Siena, 26 Febbraio, 1927, Roma 7 settembre 2010), regista e scrittore, noto per aver diretto nel 1970 IL DIO SERPENTE, film divenuto famoso nel mondo grazie anche al trascinante tema musicale Djamballa tratto dalla colonna sonora di Augusto Martelli. Vivarelli torno' dietro alla macchina da presa nel 1972 per un'altra pellicola che mescola erotismo alla natura selvaggia, questa volta della Africa: IL DECAMERONE NERO. Cast formato da attori ed attrici di colore tra cui spicca Beryl Cunningham, attrice e cantante apparsa in IL DIO SERPENTE e successivamente in L ISOLA DEGLI UOMINI PESCE. La pellicola che fu prodotta da Alfredo Bini, ricalca la struttura narrativa del Decamerone divisa in differenti storie, ma con ambientazione africana anziche' medioevale ed inoltre non basata sulle novelle del Boccaccio, ma sugli scritti di Leo Frobenius, autore di un'antologia sulla sessualita dei neri, intesa come sessualita' alternativa rispetto a quella dei bianchi. Vivarelli scelse come location non solo il Senegal, ma anche la Lucania nella area di Matera. Un menestrello racconta cinque storie: LA REINA BELLA in cui la regina sceglie un re in base alla resistenza sessuale dei sui pretendenti; GLI AMANTI PUNITI in cui un marito che finge di essere cieco, curato dopo che i presunti colpevoli sono cacciati via dalla tribu; LA VECCHIA PROSTITUTA che si vuole vendicare di tutti i dignitari del villaggio che hanno ingiustamente condannato suo fratello; LA RICERCA SENZA FINE che non termina fino a che un cacciatore trovera la maniera perfetta di trionfare vincitore sulla preda; LA DONNA PAZZA la cui malattia si comprende non provocata dalla mente, ma dalla sua insaziabile lussuria. La colonna sonora reca la firma di Luciano Michelini, prolifico autore di OST negli anni 70 (LA POLIZIA ACCUSA: IL SERVIZIO SEGRETO UCCIDE; LA CITTA GIOCA D AZZARDO; ANNA, QUEL PARTICOLARE PIACERE, L ISOLA DEGLI UOMINI PESCE). Nel 1972 la RCA pubblico un 33 giri (OLS 12) contenente sulla facciata A le musiche di Michelini, compresa la canzone LA REINA BELLA co-composta con il regista Vivarelli ed il musicista africano Bana Sissokho ed interpretata da Beryl Cunningham che appare in uno dei cinque episodi, (questo brano venne inciso anche sul singolo RCA OC 29) e sul lato B brani scritti da Bana Sissokho e pezzi tradizionali registrati dal vivo in Africa. Per la realizzazione di questo CD edizione completa (TT 71:41), oltre al master in full stereo utilizzato alla epoca per l album, sono stati usati i master in mono della session originale che hanno permesso di scoprire circa trenta minuti di musica inedita del Maestro Michelini: affascinanti variazioni del tema di La reina bella , Tema di Duva , La foresta dello amore , Tema d amore dove atmosfere magiche e romantiche con arrangiamenti talvolta di sapore moderno durante tutto l ascolto ci trasporteranno fino in Africa evocando riti e miti, sacro e profano, erotismo e tabu', favole e realta.
SHIPPING DATE NOV. 28, 2011

MAIN ACTORS Beryl Cunningham, Djbril Diop, Line Senghor, Fatou Djame, Isseu Niang