SI SALVI CHI VUOLE (500 edition)
LABEL Cometa
CODE CEM 10009
FORMAT 1 CD

TRACKS 15
LENGTH 36' 55"

PRICE
EUR 17.95

Check exchange rate

Back


ORIGINAL MOVIE TITLE YEAR GENRE COMPOSER FOREIGN MOVIE TITLE
SI SALVI CHI VUOLE (500 edition) 1980 Satiric Comedy Morricone, Ennio SAVE YOURSELF IF YOU WANT (500 edition)

NOTES
SAVE YOURSELF IF YOU WANT A 1980 Italian movie directed by Roberto Faenza (movie director and writer), and produced by Jean Vigo. Original Music by: Ennio Morricone Screenplay: Vincenzo Caretti Padellaro Antonio, Carlo Rossella, Cinematography: Pasquale Rachini Set decoration and costume design: Massimo Lentini Film editing: Ruggero Mastroianni Camera and Electrical Department: Romolo Eucalitto Duration: 95 minutes Genre: satiric comedy Format: Color Panorama - Color Distribution: Titanus (Italy) creations Home Video Starring: Gastone Moschin, playing the part of Stefano Vecchi, the husband Claudia Cardinale, Luisa, the wife of Stefano Ilaria Vecchi, 15 years old daughter Enrico Vecchio, the younger son Francesco De Rosa, Poldo, the Neapolitan George Celi, Professor Storini Matthew Pine Luisa Morandini Setting: A leftist family in Bologna city, Italy Stefano, a member of the bourgeois PCI (Communist Party of Italy), honest, and hardworker. Luisa, the wife of Stefano, tender, understanding, tolerant. Antonella, the 15-year-old daughter, fits perfectly young people disillusioned with life, Enrico, the younger son, electronic spy suffering from a form of flatulence. Plot: Stefano is daily commuting between Rome and Bologna because of his job. And because of his children, is having frequent quarrels with his faithful wife Louise. Despite his efforts Professor Storini fails to cure the acute form of flatulence affecting Enrico, and that makes him feel uncomfortable while in class, but at home to take revenge with his parents he is spying their disputes with the help of devices like those of a secret agent. In a bad day, teenager Antonella, sister of Enrico, who is always ill-disposed toward all good things life is offering her, decides to run away from home, but after some time she returns home taking with her the young Poldo, for whom she feels to be in love. He is a Neapolitan unemployed and rude person, with an intrusive dog Epicuro. Poldo, whose belief is drinking, eating and having fun, is a savage person far away from civilization, but close to nature, and without many problems he settles down in the house of Stefano. Luisa, the tender and sweet mother, defends them vigorously and convinces Stefano, who loves order and tranquility, to adapt to this new situation for the goodness of the family. Though very hard for him, Stefano has to bear the situation for a while. Finally, becoming tired, he resolves to return to Rome to find some peace. Luisa decides to join him and convinces him to return to Bologna to attend a party held at their home for all their friends. During the party, Poldo and Epicurus caused so many disasters that Stefano collapsed resulting in paralysis. While Stefano is immobilized in bed, he learns some bad news: his daughter Antonella is two months pregnant. Music: The fantastic music composed by Ennio Morricone is masterly accompanying the scenes of the film. The Maestro composed an original music of an extraordinary artistic and emotional value, as always. In this score the themes and the great mastery of the composer create the right atmosphere that emphasizes the different scenes of the film, and enriches the plot with a particular touch of sensitivity and beauty, typical of the music with the prestigious signature of Maestro Ennio Morricone. Critics Favorable opinions of critics on the content of the film: 1. An 'excellent' to the dog Epicurus trainer. " For the first time, all critics agreed in condemning the plot. Here are some negative opinions of the critics: 1. "Respectable intentions, but clashing miserably with a script peppered with the most trite platitudes." 2. 'film language from Italian B series plays, with all the vulgarity, the frustrations and confusion of the event, including advertising for cigarettes and liquor. " 3. 'difficult and heavy work that uses miserable tricks from vaudeville to make people laugh fat. " 4. "Settled the accounts with the DC (Democratic Party):'Forza Italia', the director pulls the target in home of the PCI (Communist Party of Italy) without sparing the so called 'outside parliament' leftist factions." 5. "Nevertheless, each character embodies the values and the viewer is left free to sympathize with one or the other." 6. 'The discomfort arises from the fact that the game of demolition mocking and cruel, and it leads to judge right now one and now another, or neither two, although the final glides on a more cruel malice " 7. 'A game to the massacre of the father (no matter what party affiliation), who after repeatedly swallowing sedative pills, collapse and will always remain with his eyes full of horror and with his arm before his face, as shelter from a horrible and unbearable vision. " 8. "Mocking demolition of the myths of the left, but refuses to take any position and take some responsibility, the film is likely to die easier in the indifference."
SI SALVI CHI VUOLE Un film prodotto in Italia nel 1980 dalla societa'Ã���Ã�¯Ã�¿Ã�½Ã���Ã��Ã�  Jean Vigo' con la regia di Roberto Faenza, regista e scrittore Musiche: Ennio Morricone sceneggiatura: Vincenzo Caretti, Antonio Padellaro, Carlo Rossella, fotografia: Pasquale Rachini scenografia e costumi: Massimo Lentini montaggio: Ruggero Mastroianni durata: 95 minuti genere: commedia satirica Formato: colore panoramico - colore distribuzione: Titanus (Italia) creazioni Home Video Interpreti: Gastone Moschin, nella parte di Stefano Vecchi, il marito Claudia Cardinale, nella parte di Luisa la moglie di Stefano Ilaria Vecchi, nella parte della figlia quindicenne Enrico Vecchi, nella parte del figlio minore Francesco De Rosa, nella parte di Poldo il napoletano Giorgio Celi, nella parte del Professor Storini Mattia Pinoli Luisa Morandini Ambientazione: Una famiglia di sinistra a Bologna, Stefano, deputato del PCI imborghesito, onesto, gran lavoratore, Luisa la moglie di Stefano, tenera, comprensiva, permissiva, Antonella, la figlia quindicenne, inquadra perfettamente i ragazzi delusi dalla vita, Enrico, il figlio piccolo, spione elettronico affetto da una forma di meteorismo. Trama: Stefano a causa del suo lavoro, fa di continuo il pendolare tra Roma e Bologna e per colpa dei figli, si trova a dover bisticciare frequentemente con Luisa la sua fedele consorte. Enrico il figlio piu' piccolo, che il Professor Storini, suo malgrado non riesce a curare dalla sua forma acuta di meteorismo, mentre a scuola non si sente assolutamente a proprio agio, a casa per vendicarsi dei suoi genitori, spia di nascosto le loro liti con l'aiuto di aggeggi simili a quelli di un agente segreto. L'adolescente Antonella, sorella di Enrico, che e' sempre maldisposta verso tutto cio' che di buono puo' offrire la vita, un brutto giorno decide di fuggire di casa, ma dopo qualche tempo vi ritorna, in compagnia di un giovane napoletano dal nome Poldo disoccupato e maleducato del quale Antonella e' innamorata, e dal suo invadente cane Epicuro. Poldo il cui credo e' bere, mangiare e divertirsi, e' un selvaggio lontano dalla civilta' ma vicino alla natura e senza tanti problemi, si installa in casa di Stefano. Luisa la madre, a causa del suo carattere dolce e comprensivo, li difende a spada tratta e convince Stefano, che ama l'ordine e la tranquillita'Ã���Ã�¯Ã�¿Ã�½Ã���Ã��Ã�  ad adattarsi a questa nuova situazione per il quieto vivere familiare. Stefano per un po' sopporta tutto anche se molto a malapena, ma poi stanco, ritorna a Roma per trovare un po' di quiete. Luisa decide di raggiungerlo e lo convince a ritornare a Bologna per partecipare ad una festa di societa'Ã���Ã�¯Ã�¿Ã�½Ã���Ã��Ã�  che si terra'Ã���Ã�¯Ã�¿Ã�½Ã���Ã��Ã�  nella loro casa. Nel corso della festa a cui partecipano tutti i loro amici, Poldo ed Epicuro, provocano una tale serie di disastri, da far venire al padrone di casa Stefano, un collasso con conseguente paresi. Mentre Stefano e' a letto immobilizzato, apprende una notizia che complichera' ulteriormente la sua situazione: sua figlia Antonella e' incinta di due mesi. Musica: I brani musicali che accompagnano le scene del film, sono stati composti dal Maestro Ennio Morricone nel 1980 e sono come ogni creazione musicale del Maestro, brani di straordinario valore musicale ed emotivo. I temi e la grande maestria del compositore, creano sempre ed in maniera a dir poco giusta, le atmosfere che sottolineano le varie situazioni di tutti i films che portano la Sua firma e ogni volta, apportano alla trama del film quel tocco di sensibilità, di emotività e di bellezza musicale che avviluppa lo spettatore e lo coinvolge nella storia filmica. Ci viene da pensare, che certi films senza lo apporto musicale del Maestro Ennio Morricone, non avrebbero ottenuto il successo che hanno avuto. Critici: Pareri favorevoli della critica sul contenuto del film: 1. "Un bravissimo, all'addestratore del cane Epicuro." Riguardo a questo film, i critici per la prima volta si sono trovati tutti d'accordo nel condannare negativamente la sua trama. Pareri negativi della critica sul contenuto del film: 1. "Intenzioni rispettabili, se non si scontrassero miseramente con un copione infarcito dei piu' triti luoghi comuni". 2. "Linguaggio cinematografico da commedia italiana di serie B, con tutte le volgarita'Ã���Ã�¯Ã�¿Ã�½Ã���Ã��Ã� , le frustrazioni e le confusioni del caso, compresa la pubblicita'Ã���Ã�¯Ã�¿Ã�½Ã���Ã��Ã�  a sigarette e liquori". 3. "Una esecuzione greve che ricorre a misere astuzie da avanspettacolo per far ridere grasso". 4. "Regolati i conti con la DC sul film: "Forza Italia", il regista tira al bersaglio in casa del PCI senza risparmiare gli extraparlamentari". 5. "Nonostante tutto, ogni personaggio incarna dei valori e lo spettatore e' lasciato libero di simpatizzare per l'uno o per l'altro". 6. "Il disagio nasce dalla circostanza che il gioco della demolizione irridente e crudele, induce a dar ragione ora all'uno ed ora all'altro e a nessuno dei due, anche se il finale plana su di una cattiveria piu' crudele" 7. "Un gioco al massacro del padre di famiglia (di qualunque partito sia deputato), che dopo aver ingurgitato pillole calmanti a ripetizione, crolla e restera'Ã���Ã�¯Ã�¿Ã�½Ã���Ã��Ã�  per sempre con lo sguardo pieno di orrido e con il braccio messo davanti al viso, come per ripararsi da una visione orribile e insopportabile". "Demolizione irridente dei miti di sinistra, ma nel rifiuto di prendere qualsiasi posizione e di assumersi qualche responsabilita'Ã���Ã�¯Ã�¿Ã�½Ã���Ã��Ã� , il film rischia di morire nel qualunquismo piu' facile".

MAIN ACTORS Claudia Cardinale, Gastone Moschin.