BANDIDOS
LABEL Mask
CODE MK 704
FORMAT 1 CD

TRACKS 12
LENGTH 45' 9"

PRICE
EUR 14.90

Check exchange rate

Back


ORIGINAL MOVIE TITLE YEAR GENRE COMPOSER FOREIGN MOVIE TITLE
BANDIDOS 1967 Western Macchi, Egisto YOU DIE...BUT I LIVE

NOTES
After a few years of silence, due to a foreign counterfeit of the Logo and the Barcode, gloriously returns the Italian Label 'MASK' with 3 stunning New Releases
CONTAINS 3 PREVIOUSLY UNRELEASED TRACKS PLOT Richard Martin, a skilled gunman, clashes with his rival, Billy Kane. Billy paralyzes the opponent's hands with gunshot wounds. Determined to avenge himself, Richard sets out in search of a young man to teach him the art of the perfect gunman in order to use him to kill Billy Kane. Soon Richard finds the right man in Ricky Shot, a young man who learns to shoot perfectly. But at the moment to implement the revenge, Ricky does not kill Billy because he discovered that only Billy could clear him from an unjust accusation, for which he has been sentenced to prison. Deeply disappointed, Richard prepares to face Billy himself, who, eventually, kill Richard with ruthless coldness. In front of the corpse of Richard, Ricky feels duty-bound to avenge of his friend and master. In a dramatic duel, Ricky, knowing he will lose the only witness who can save him from jail, manages to kill Billy. Critics - Italian Press Review Master Egisto Macchi composed an excellent score that gives to the scenes the phatos, which is lacking most of the times in the interpretation. The music is overwhelming, and excites commotion in the audience. With the help of this cool music, the breathtaking succession of scenes and the compelling story make the viewers to forget they are just watching a fiction, and not a true story. The story, after all, was not bad, but then it spoils itself by sinking in a sea of banality, as the film progresses, by losing any originality and interest, especially for the Director lack of firm directing grip. (P. Pillitteri, Avanti!, July 1968). Critics - Foreign Press Review Bandidos is the story of a great revenge and action-packed from the very start. In the opening scene, the evil gunman who clashes with the man who taught him how to shoot is very dramatic and moving. After firing into the hands of his former friend, then he mocks him telling him to hold a gun in his hands and try to take revenge. The story follows this vein throughout the film and the viewers follow it to the end. There are all the elements typical of great western movies. There is a cool music score, an involving story, plenty of suspense shootings, several great one-liners, and everything is done over-the-top like a good western movie should be. This film was done with style and that style is the reason why there is much more fun to watch the Italian western movies than those produced in the United States. The camera worked very hard in this movie. The interesting angles of the shots, made more or less in the same way of the close-ups of Sergio Leone in his western films, gives to this film an outstanding feature. When watching a western genre film, my favorite scenes are those taking place inside saloons. Here I saw one scene particularly funny, in which a man, deadly wounded in a gunshot, sitting at table waiting to die, and while drinking he troublesome customers and the local girls. The old lady, owner of the saloon, intervenes and tells him to leave in peace people and to hurry up to die. The man, who does not want to go to hell alone, decides to shoot one of the girls to take her with him.
Dopo anni di silenzio, dovuti ad una contraffazione, avvenuta all'Estero, del Marchio e del Barcode, ritorna gloriosamente l'etichetta MASK con 3 eccitanti Novita'
TRAMA Un abilissimo pistolero Richard Martin ha un duello con il rivale Billy Kane. Questo duello ha un epilogo tragico per Richard Martin, perche' il rivale gli paralizza le mani a colpi di pistola. Richard decide di vendicarsi e si mette alla ricerca di un giovane al quale insegnare l'arte del perfetto pistolero. Il suo intento era servirsi di lui per vendicarsi di Billy Kane facendolo uccidere. Dopo lunghe e accurate ricerche, Richard trova finalmente l'uomo che fa al suo caso, Ricky Shot, un giovane rampante che ben addestrato, apprende molto presto a sparare con destrezza e precisione. Richard Martin sente che il giorno della sua vendetta era ormai prossimo e lo assapora con gioia, ma giunto il momento di metterla in atto, Ricky scopre che Billy Kane, era l'unico testimone che poteva scagionarlo da un'ingiusta accusa per la quale era stato condannato al carcere e non lo uccide. Profondamente deluso e amareggiato, Richard si prepara a un duello per affrontare di nuovo Billy Kane, ma ancora una volta costui vince e lo uccide con spietata freddezza. Di fronte al cadavere di Richard Martin, Ricky si pente di aver tradito l'amico e maestro e pensa di vendicarlo. In un drammatico duello, Ricky uccide Billy Kane pur rendendosi conto che in questo modo avrebbe perso l'unica testimonianza che poteva salvarlo dalla galera. La Critica - Rassegna Stampa italiana La colonna sonora di questo film composta dal bravissimo compositore Maestro Egisto Macchi, dona alle scene quel pathos che manca spesso alla interpretazione. La musica travolge e stimola la commozione degli spettatori. Questo film che ha un susseguirsi di scene mozzafiato, per lo apporto della partitura musicale cool e della sua storia tanto coinvolgente, ci fa dimenticare che non stiamo guardando una storia vera, ma una fiction, scritta per lo spettatore. L'idea, in fondo, non era malvagia (...) ma poi si sciupa subito affondando nel mare del banale e perdendo, man mano che il film procede, ogni originalita e interesse, soprattutto per la mancanza di una sicura presa registica. (P. Pillitteri, Avanti !, luglio 1968). La Critica - Rassegna Stampa estera Bandidos tratta della la storia di una grande vendetta, ricca di azione fin�  dallo inizio, proprio nella scena di apertura, quella del pistolero canaglia che si scontra con lo uomo che gli ha insegnato a sparare. Scena molto drammatica. Questo pistolero, che spara alle mani del suo ex amico e poi lo deride dicendogli di provare a vendicarsi se fosse in grado di tenere la pistola in mano, risulta molto avvincente. La storia seguita su questo tono per tutto il film e lo spettatore lo segue sino alla fine. Tutti gli elementi di un grande film western sono qui. La partitura musicale cool, una storia coinvolgente, sparatorie piene di suspense, qualche eccezionale battuta umoristica, ed il tutto fatto via over-the-top, come ogni buon film occidentale dovrebbe essere, danno un risultato eccellente. Un film fatto con stile. Questo stile e' il motivo per cui i western italiani sono molto piu' divertenti da guardare rispetto a quelli prodotti negli Stati Uniti. La macchina fotografica ha lavorato molto in questo film. Le interessanti angolazioni delle riprese, fatte circa al modo di Sergio Leone quando usava i primi piani nei suoi film western, danno a questo film una distinta caratteristica. Nei film, le mie scene preferite sono quelle che hanno luogo nei saloon. Ne ho vista una particolarmente divertente, nella quale un uomo che ha perso in uno scontro a fuoco, sta seduto al tavolo e mentre aspetta di morire per la sua ferita, beve e molesta clienti e ragazze del locale. La vecchia padrona del saloon interviene e gli dice di lasciare in pace le persone e di sbrigarsi a crepare. L'uomo che non vuole andare all'inferno da solo, decide di sparare a una delle ragazze per portarsela via con se.

MAIN ACTORS Terry Jenkins, Enrico Maria Salerno, Venantino Venantini, Maria Martin